Range

Brexit e i domini .eu

A pochi giorni dalla definitiva uscita del Regno Unito dall’Europa i Registry rivedono le loro posizioni in relazione alla registrazione dei domini.

Particolarmente interessato è l’EURid, il Registry per i domini .eu, che ha da pochi giorni circolarizzato una comunicazione che lascia poco spazio alle interpretazioni: a partire dal nuovo anno i registranti con sede in Inghilterra non avranno più diritto a detenere un dominio sul TLD europeo.

La timeline prevista è piuttosto serrata, se un intestario del dominio non provvede a dimostrare la propria eligibilità a detenere un dominio in area europea (cioè non aggiorna i propri dati di intestazione utilizzando una sede all’interno degli stati europei), a partire dal 1° gennaio 2021 si vedrà sospendere il dominio, per poi vederselo revocato.

Questo significa che inizialmente il dominio non risolverà più a livello DNS e di conseguenza i servizi associati verranno disattivati a livello di Registry. E’ l’inizio della dismissione automatica del dominio: a partire da Aprile il dominio in questione verrà posto in stato “withdrawn” ed entro Gennaio 2021 verrà revocato e rimesso a disposizione sul mercato per una nuova registrazione.

A questo indirizzo è disponibile la pagina aggiornata del Registro Europeo in merito alla gestione dei domini EU in vista dell’imminente Brexit.

Torna su