Range

Ripartiamo da qui

L’ultimo articolo sul nostro vecchio e glorioso sito aziendale è stato scritto nel 2015. Un dato impietoso, anche solo perché in quasi sei anni, tanto ci è voluto prima di riprendere le redini, molte cose sono cambiate.

Potrei quindi trovare una giustificazione dicendo che nel frattempo abbiamo aperto un nuovo armadio su Equinix, trasferendo progressivamente tutti i servizi condivisi nella nuova postazione. Abbiamo comprato ed installato una marea di ferro, alla faccia di chi pensa che il cloud sia costituito di immateriale vapore d’acqua (o, peggio ancora, si faccia noleggiando l’infrastruttura di altri).

Abbiamo assistito ad una lenta ma inesorabile crescita, nonostante tutte le difficoltà globali, al punto che ci è sembrato naturale trasformare la società da persone a capitale; non che l’etichetta cambi necessariamente qualcosa ma rappresenta comunque una garanzia strutturale in più per i nostri clienti.

E poi arrivano loro, i nostri clienti. Questi folli personaggi che decidono di affidarci i loro asset informatici.
In questi anni siamo arrivati a quasi 400 clienti serviti. Tanti? Pochi? Decidete voi.

Un’altra cosa che è cambiata in questi anni, alla fine, è il nostro sito. Siamo partiti con Joomla, un progetto che abbiamo sostenuto per anni, per approdare anche noi al lato oscuro del web con WordPress. La scelta qui non è casuale: in questi anni abbiamo cominciato a gestire la sicurezza dei siti dei nostri clienti, i quali sempre più spesso sceglievano WordPress. Partendo da zero siamo arrivati ad acquisire diverse competenze per garantire nel lungo periodo le prestazioni e, in particolare, la sicurezza di questo CMS. La popolarità ha da sempre anche un prezzo da pagare e per WordPress significa essere sempre al passo con le nuove minacce per evitare di vedere il proprio sito aziendale trasformarsi in una fonte di propaganda dell’Isis o cose del genere.

Sicuramente a breve comincerò a pubblicare qualche articolo a tema WordPress, dalle best practices a veri e propri passi obbligatori per mettere in sicurezza e mantenere un buon livello generale della piattaforma.

Promesso. Ripartiamo da qui.

Torna su