Range

HOSTING IN CLUSTER

Soluzioni hosting
professionali in cluster

Servizio di web hosting in cluster con distribuzione e bilanciamento di carico

Il nostro web hosting è cucito su misura sulle reali necessità di presenza online delle aziende. Al contrario dei servizi di largo consumo, normalmente in overbooking, le nostre macchine in cluster tengono costantemente traccia delle connessioni che si aprono e si chiudono ed intervengono in tempo reale per distribuire e bilanciare il carico.

Con questo sistema Range è in grado di garantire sempre un ottimo livello di banda e di performance; le nostre macchine sono sempre prestanti, i servizi online sono veloci e, grazie al bilanciamento, non vanno mai giù.

Ogni parte è ridondata per tutti i servizi, l’indice di carico è mediamente del 30% e in caso di problemi il nostro cluster è in grado di reagire in modo automatico.

Firewall applicativo

Il nostro hosting in cluster è provvisto di un sistema avanzato di WAF (Web Application Firewall) che analizza il traffico secondo impostazioni di sicurezza continuamente aggiornate. Il WAF analizza in tempo reale tutte le richieste e, nel caso di attività anomala, è in grado di isolarle e bloccare gli accessi e le connessioni considerate non sicure.

Certificati SSL

Su tutte i domini sono installati i certificati SSL (Secure Sockets Layer) e TLS (Transport Layer Security) di Let’s Encrypt, lo standard per la protezione delle comunicazioni criptate tra client server e il server web.

Backup su base oraria

Ogni ora la nostra soluzione di hosting crea una copia di backup che garantisce il recupero dei dati molto vicini agli ultimi inseriti in caso di problemi.

Anti malware

Ogni giorno il sistema fa la scansione di tutti i file online che sono stati modificati per identificare eventuali malware che possono aver passato il primo filtro del WAF e interviene in tempo reale per isolarli e inviare alert.

Fail to Ban

Questa soluzione impedisce i tentativi fraudolenti di login tramite software; se un accesso viene ripetuto più di 20 volte al minuto, l’IP Address della macchina che sta svolgendo l’attività viene bannato, va a finire nella blacklist del WAF e viene bloccato.
Torna su